MeA
2
Newsletter di Musica e Arte

ARTE newsletter - Giugno 2014
galleriapamphili

GALLERIA DORIA PAMPHILI
SABATO 9 Giugno 2014 - ore 10,00

La residenza era all’inizio raccolta intorno al cortile rinascimentale dalle grandi arcate e abitato dal Cardinal Santoro, poi dalla famiglia Della Rovere e dal 1601 dal Cardinal Aldobrandini, che nel 1638 lo diede in dote alla sua unica erede e nipote, Olimpia. E’ così che il palazzo passò in proprietà alla famiglia Pamphilj, allorchè Olimpia, vedova di Paolo Borghese, sposò nel 1647 in seconde nozze Camillo Pamphilj, nipote del papa Innocenzo X.

Per lei Camillo rinunciò al titolo di cardinale conferitogli qualche anno prima dallo zio papa. Per lei e con lei egli decise di fare del palazzo del Corso una dimora principesca dove vivere, lontani dalla asfissiante e velenosa aria del palazzo di famiglia di Piazza Navona.

Nasce così la nuova ala su piazza del Collegio Romano, con la sua serie di anticamere, saloni e salottini. Assieme alla Villa del Bel Respiro e alla cura nel seguire progetti di chiese, edifici, cappelle, Camillo provvede ad arricchire le collezioni familiari, fino a quel momento piuttosto modeste e che si rimpinguano ora di nuovi acquisti e dell’apporto della collezione d’arte di Olimpia, che comprende quadri antichi come la Salomè di Tiziano, il Doppio ritratto di Raffaello e dipinti del Parmigianino, del Mazzolino e di Garofalo.

Provengono poi dallo stesso palazzo e dall’epoca del Cardinal Aldobrandini, le lunette che lo zio di Olimpia aveva commissionato a Annibale Carracci nel 1603, rappresentanti le storie della Vergine.

Un altro momento di grande fervore costruttivo è quello degli anni trenta del Settecento, quando si vuole adeguare il palazzo alle nuove tendenze della moda. In questo periodo l’architetto Gabriele Valvassori applica la facciata sul Corso, chiude la loggia superiore del cortile ricavandone quattro bracci e trasformando un’ala nella Galleria degli Specchi.

Nel 1760 la diretta discendenza dei Pamphilj si estingue. Subentra il ramo Doria-Pamphilj, proveniente dalla Liguria, col quale entrano in collezione altri capolavori di Bronzino, Sebastiano del Piombo e la serie di grandi arazzi che hanno come tema la Battaglia di Lepanto, combattuta in mare nel 1571 dai principi cattolici contro la flotta turca, la cui avanzata verso l’Occidente viene fermata. Nella battaglia un ruolo importante ebbe Giovanni Andrea Doria, che comandò l’ala destra della flotta cristiana.

Nel 1871 lo Stato Italiano pone dei vincoli di inalienabilità e indivisibilità della collezione Doria-Pamphilj.

Attualmente gli ultimi due rampolli della stirpe sono Jonathan e la sorella Gesine.

APPUNTAMENTO
SABATO 9 GIUGNO 2014 - ore 10,00
Roma, via del Corso, 305


Costo visita + biglietto d’ingresso: Euro 18,00 comprensivo di ingresso e auricolari.

L’adesione deve essere comunicata all’indirizzo e-mail
paolaferrari@musicaearte.it
oppure ai numeri telefonici 339/4507247 o 338/4834028.

Numero massimo di partecipanti 30.

L’elenco dei partecipanti verrà stilato secondo l’ordine di arrivo della richiesta di prenotazione.
Si ricorda che la prenotazione è vincolante ai fini della partecipazione, tranne che dietro disdetta da comunicare entro le ore 17.00 del giorno precedente la visita.

In caso di annullamento, comunicato successivamente al termine sopraindicato o di mancata presentazione alla visita, dovremo chiedere, come previsto dalle norme di legge vigenti in materia, il pagamento dell’intero importo.
Il pagamento potrà essere eseguito direttamente la mattina della visita.
L’Associazione declina ogni responsabilità per eventuali danni o incidenti a cose ed a persone.

N.B. Per partecipare alle visite è necessario sottoscrivere la tessera annuale dell’Associazione: 2,00 euro.

joy1.png
frida kahlo

FRIDA KAHLO
VENERDI’ 13 Giugno 2014 – ore 17,30
ulteriore possibilita' : VENERDI’ 4 Luglio 2014 - ore 18,00

Una delle più particolari e interessanti pittrici del ‘900.
Nata a Città del Messico, attraversò la storia del suo paese da ribelle e da rivoluzionaria, creando una cifra stilistica del tutto personale, pur risentendo di vari influssi dell’arte contemporanea, dal Surrealismo all’Estridentismo.
Ma tutto questo viene espresso attraverso un forte elemento autobiografico, che svela in ogni sua tela la forza, il dolore e il coraggio di una piccola, grande donna.

APPUNTAMENTO
VENERDI’ 13 Giugno 2014 – ore 17,30
ulteriore possibilita': VENERDI’ 4 Luglio 2014 - ore 18,00
Roma, Scuderie del Quirinale - Via XXIV Maggio 16

Costo visita + biglietto d’ingresso: Euro 20,00

L’adesione deve essere comunicata all’indirizzo e-mail
paolaferrari@musicaearte.it
oppure ai numeri telefonici 339/4507247 o 338/4834028.

Numero massimo di partecipanti 24.

L’elenco dei partecipanti verrà stilato secondo l’ordine di arrivo della richiesta di prenotazione.
Si ricorda che la prenotazione è vincolante ai fini della partecipazione, tranne che dietro disdetta da comunicare entro le ore 17.00 del giorno precedente la visita.

In caso di annullamento, comunicato successivamente al termine sopraindicato o di mancata presentazione alla visita, dovremo chiedere, come previsto dalle norme di legge vigenti in materia, il pagamento dell’intero importo.
Il pagamento potrà essere eseguito direttamente la mattina della visita.
L’Associazione declina ogni responsabilità per eventuali danni o incidenti a cose ed a persone.

N.B. Per partecipare alle visite è necessario sottoscrivere la tessera annuale dell’Associazione: 2,00 euro.

joy1.png


Paola Ferrari a cura di Paola Ferrari
paolaferrari@musicaearte.it

Musica e Arte A.C. - 00151 Roma, Via Tommaso Vallauri 19
Tel. +39 06 58209051 - Fax +39 06 94364762
www.musicaearte.it